top of page
  • Immagine del redattoreAlberto Carnio

Viaggio zaino in spalla in Italia: 10 itinerari per viaggiare low cost

L’Italia non è un paese adatto per fare un viaggio zaino in spalla!

Mi chiamo Alessandro, sono un nomade digitale e content creator e ho la passione, sin dal 2020, di viaggiare zaino in spalla nel mondo.

All’interno del mio blog ho scritto spesso di tanti paesi dove vivere un viaggio da backpacker, di quelli che si ricordano per tutta la vita.

Tuttavia, ho spesso tralasciato il nostro Bel Paese. Così, mi sono messo in marcia e ho scritto il primo articolo, di una lunga serie, inerenti a viaggiare zaino in spalla, partendo dall'Italia.

Di seguito troverai diverse idee per risparmiare sugli spostamenti, come dormire negli alloggi spendendo poco ma soprattutto tantissimi itinerari da scoprire.

Direi di metterci subito in marcia vagabondo! Sei pronto a sfatare il mito che l’Italia non sia un paese adatto per viaggiare a piedi zaino in spalla? 


viaggio zaino in spalla Italia

Fare un viaggio zaino in spalla in Italia

Un viaggio zaino in spalla in Italia, attraverso meraviglie naturalistiche e città antiche, è un’esperienza che ti lascerà letteralmente stupefatto.

Per rendere tutto avvincente però, ogni viaggio a piedi che si rispetti, dovrebbe seguire il caratteristico stile low cost.

Di seguito quindi voglio mostrarti alcuni trucchi per viaggiare spendendo poco anche in Italia.

Viaggio zaino in spalla in italia: come scegliere

L’organizzazione non può iniziare se prima non scegli alcuni dettagli fondamentali: dove andare e per quanto tempo. 

Studiare il percorso che intendi svolgere è una mossa adeguata per conoscerne i punti di forza, quelli più temibili e per studiare infine un piano d’azione.

Dovrai conoscere ad esempio:

  • In che luogo o regione si colloca;

  • Quanto lungo in termini di chilometri è;

  • Tutti i servizi o le strutture presenti lungo il percorso;

  • Caratteristiche geografiche della zona e tracciamento del dislivello;

  • Quali attrezzature necessiti di portare con te;

  • Quanti giorni servono per terminare il percorso.

Questi sono solo alcuni dettagli che devi conoscere per riuscire ad organizzare il tuo viaggio. E a proposito di dettagli, bisogna pensare anche al periodo nel quale intendi viaggiare.

Ovviamente, il periodo migliore per un viaggio zaino in spalla in Italia è quello che intercorre tra la fine della primavera (maggio) fino all’arrivo dell’autunno (ottobre).

Se sei amante del bel tempo, del sole caldo sulla pelle e delle giornate allegre trascorse all'aperto, allora concorderai che mettersi in cammino tra maggio e ottobre sia ottimale.

Detto questo, vediamo come prepararsi per affrontare delle sfide avvincenti.

Come prepararsi: lo zaino 

Il passo successivo da compiere dopo aver messo in chiaro tutti i dettagli elencati sopra, è la preparazione dello zaino e l’annessa attrezzatura.

La dimensione è legata alla durata dell’esperienza e da ciò che intendi portare con te. Ipotizziamo tuttavia che dovrai rimanere in viaggio 14 giorni alloggiando negli ostelli.

"In questo modo potrai evitare l’enorme peso di attrezzature da campeggio quali: tenda, materassino, fornello, sacco a pelo e chi più ne ha più ne metta."

Ti consiglio di utilizzare uno zaino da 40/45 litri. Io personalmente uso il Kelti Redwing 44 tattical perchè è leggero, compatto e super spazioso.

Per conoscere tutto ciò da inserire al suo interno, e soprattutto come organizzarlo, ti consiglio di leggere il mio articolo dedicato allo zaino per backpackers: cosa portare in viaggio.

Come muoversi

In Italia, per viaggiare spendendo poco, puoi optare per alcune soluzioni comode per spostarti da un posto all’altro.

Il mezzo più economico con cui viaggiare in Italia è l’autobus. In particolare, operano in tutto il suolo nazionale due compagnie convenienti: Itabus e Flixbus.

Un metodo alternativo per risparmiare in viaggio sarebbe quello di utilizzare BlaBlacar, la piattaforma più utilizzata in italia nell'ambito del car sharing.

"Pensa che da poco ha aperto la possibilità di viaggiare con autobus di proprietà in tutta Italia."

Dove alloggiare

Per la categoria alloggi, è possibile risparmiare optando per due soluzioni in particolare:

Tuttavia, potresti trovare alcune offerte interessanti tenendo monitorate altre due piattaforme: Booking.com e Airbnb.


dormire in ostello low cost

Itinerari per un viaggio zaino in spalla Italia

Di seguito ho voluto suggerirti ben 10 itinerari che ti accompagneranno alla scoperta del nostro Bel Paese viaggiando zaino in spalla.

Sono percorsi adatti a tutti i tipi di viaggiatori e che sapranno regalarti delle emozioni incredibili.

Camminerai attraverso la natura più selvaggia, città storiche e ricche di cultura, incontrerai persone da tutto il mondo genuine e amanti delle avventure proprio come te.

Ecco i 10 migliori itinerari per un viaggio da backpackers in Italia:

1. MARCHE/UMBRIA: Il Grande Anello dei Sibillini

Immergiti nella bellezza selvaggia dei Monti Sibillini con questo eccezionale percorso ad anello attraverso i paesaggi mozzafiato e i suggestivi borghi medievali. 

Il Grande Anello dei Sibillini offre un'esperienza autentica e rigenerante per gli amanti della natura e delle escursioni. 

Lungo circa 120 chilometri, il percorso può essere completato in 6-8 giorni, a seconda del ritmo e delle soste. 

I punti di forza includono panorami spettacolari, la possibilità di immergersi nella cultura locale e la varietà di fauna e flora da scoprire lungo il cammino. 

Le difficoltà principali riguardano la gestione dell'attrezzatura e delle provviste, poiché alcune tappe possono attraversare delle zone molto remote tra Marche ed Umbira. 

Tuttavia, i rifugi e i servizi disponibili lungo il percorso offrono un valido supporto per i viaggiatori.

2. SARDEGNA: Cammino di Santa Barbara

Il Cammino di Santa Barbara è un viaggio spirituale e culturale che attraversa l'incantevole territorio della Sardegna. 

Lungo circa 120 chilometri, questo percorso permette ai pellegrini e agli escursionisti di scoprire antiche chiese, affascinanti paesaggi costieri e tradizioni millenarie. 

Il percorso può essere completato in 5-7 giorni e offre l’alternarsi di sfide personali e opportunità di relax. I punti di forza includono la storia e la cultura dei luoghi visitati, oltre alla bellezza naturale della Sardegna. 

Le difficoltà principali possono sorgere per via delle temperature elevate durante i mesi estivi e per la gestione delle risorse idriche lungo il percorso. 

Tuttavia, la bellezza dei panorami e l'accoglienza della gente del posto rendono questo viaggio un'esperienza unica.

3. PIEMONTE/LIGURIA: La via del Sale

La Via del Sale è un percorso storico che collega le montagne del Piemonte con la Riviera Ligure. 

Lungo circa 44 chilometri, questo cammino offre una meravigliosa opportunità di esplorare antichi sentieri di commercio e di immergersi nella bellezza paesaggistica delle Alpi Liguri. 

La lunghezza del percorso consente di completarlo in 2-3 giorni, rendendolo ideale per un weekend avventuroso. 

I punti di forza includono la varietà dei panorami, la possibilità di assaporare la cucina locale lungo il percorso e l'accessibilità anche per i principianti

Le difficoltà principali riguardano l'altitudine e i cambiamenti climatici repentini, quindi è consigliabile essere preparati con l'abbigliamento adeguato e le attrezzature necessarie.

4. VENETO/TRENTINO: Le alte vie delle Dolomiti

Per gli amanti della montagna e delle sfide alpine, le alte vie delle Dolomiti offrono un'esperienza indimenticabile. 

Sono 7 percorsi di lunghezza variabile (tra 150 e i 180 chilometri) e attraversano alcuni dei paesaggi più spettacolari delle Alpi e delle Dolomiti, offrendo viste mozzafiato e la possibilità di avvicinarsi alla natura incontaminata. 

La lunghezza del percorso richiede generalmente 8-10 giorni per essere completato, ma può essere adattata in base alle proprie esigenze e capacità. 

I punti di forza includono la bellezza naturale dei paesaggi dolomitici, l'opportunità di incontrare escursionisti provenienti da tutto il mondo e la presenza di rifugi ben attrezzati lungo il percorso

Le principali difficoltà riguardano l'altitudine, quindi è consigliabile un buon livello di preparazione fisica e l'utilizzo di attrezzature adeguate.

5. TOSCANA/EMILIA ROMAGNA: La via degli Dei

La via degli Dei è un affascinante percorso che attraversa l'Appennino Tosco-Emiliano, offrendo ai viaggiatori la possibilità di esplorare antichi sentieri e affascinanti borghi medievali. 

Lungo circa 130 chilometri, il percorso può essere completato in 5-7 giorni, permettendo di immergersi completamente nella bellezza e nella storia della Toscana e dell'Emilia Romagna. 

I punti di forza includono la varietà dei paesaggi, che vanno dalle colline toscane alle valli appenniniche, e la ricchezza culturale dei luoghi attraversati. 

Le principali difficoltà riguardano i dislivelli e alcuni tratti di terreno accidentato, ma la presenza di strutture di accoglienza lungo il percorso rende l'esperienza accessibile anche ai meno esperti.

6. FRIULI VENEZIA GIULIA: Il Cammino Celeste

Il Cammino Celeste è un trekking che attraversa le suggestive Alpi Carniche e le valli del Friuli Venezia Giulia, offrendo agli escursionisti l'opportunità di esplorare paesaggi mozzafiato e antiche tradizioni locali. 

Lungo circa 100 chilometri, il percorso può essere completato in 4-6 giorni, permettendo di scoprire la bellezza e l'autenticità di questa regione. 

I punti di forza includono la tranquillità dei luoghi attraversati, la possibilità di incontrare la fauna selvatica e la ricchezza storica e culturale dei borghi lungo il percorso. 

Le principali difficoltà riguardano l'altitudine e i tratti di terreno impegnativi, quindi è consigliabile una buona preparazione fisica.

7. NORD ITALIA: Via Postumia

La Via Postumia è un antico percorso romano che attraversa il Nord Italia, offrendo ai viaggiatori la possibilità di scoprire la ricchezza storica e culturale di questa regione. 

Lungo circa 550 chilometri, il percorso può essere affrontato in diverse tappe, permettendo di personalizzare l'esperienza in base alle proprie esigenze e interessi. 

I punti di forza includono la varietà dei paesaggi e dei luoghi attraversati, la possibilità di visitare antichi siti archeologici e la presenza di infrastrutture turistiche lungo il percorso. 

Le principali difficoltà riguardano la lunghezza del percorso e la gestione delle tappe, ma la bellezza dei luoghi visitati rende l'esperienza gratificante e indimenticabile.

8. ABRUZZO: Il Cammino dei Briganti

Il Cammino dei Briganti è un percorso che attraversa le montagne dell'Abruzzo, offrendo agli escursionisti la possibilità di immergersi nella natura incontaminata e nella storia affascinante di questa regione. 

Lungo circa 120 chilometri, il percorso può essere completato in 5-7 giorni, permettendo di esplorare antichi sentieri e affascinanti borghi medievali abbruzzesi.

I punti di forza includono la bellezza dei panorami, la presenza di flora e fauna selvatica e l'opportunità di scoprire la cultura locale. 

Le principali difficoltà riguardano i dislivelli su terreno impervio, ma la presenza di rifugi e strutture di accoglienza lungo il percorso rende l’esperienza adatta a tutti.

9. SICILIA: tra storia e mare

La Sicilia è una terra ricca di storia, cultura e paesaggi mozzafiato, e il percorso "tra storia e mare" offre ai viaggiatori l'opportunità di esplorare tutto ciò che questa meravigliosa isola ha da offrire. 

Lungo circa 200 chilometri, il percorso può essere completato in 7-10 giorni, permettendo di scoprire antichi siti archeologici, affascinanti città d'arte e incantevoli spiagge lungo il percorso. 

I punti di forza includono la varietà dei paesaggi, la ricchezza storica della Sicilia e la deliziosa cucina locale. 

Le principali difficoltà riguardano le temperature elevate durante i mesi estivi e la gestione delle tappe, ma la bellezza dei luoghi visitati rende l'esperienza assolutamente gratificante.

10. PUGLIA: La Via del Mare

La Via del Mare è un percorso costiero che attraversa la Puglia, offrendo ai viaggiatori l'opportunità di esplorare spiagge incontaminate e affascinanti borghi marinari lungo il percorso. 

Lungo circa 200 chilometri, il percorso può essere completato in 7-10 giorni, permettendo di immergersi completamente nella bellezza e nell'autenticità della Puglia. 

I punti di forza includono la varietà dei paesaggi costieri, la ricchezza storica e culturale dei luoghi attraversati e la deliziosa cucina mediterranea. 

Le principali difficoltà riguardano la gestione delle tappe e la logistica lungo il percorso, ma la bellezza dei luoghi visitati rende l'esperienza indimenticabile per tutti coloro che decidono di intraprenderla.

Hola vagabondi... e adesso?

Portarti alla scoperta di tante alternative da intraprendere per un viaggio zaino in spalla in Italia mi ha messo una voglia incredibile di rimettermi on the road.

Per spronarti quindi voglio continuare a regalarti emozioni scrivendo articoli sempre più dettagliati in merito ai viaggi low cost, nomadismo digitale ed esperienze di vita.

Continuerò quindi a viaggiare per conoscermi meglio ed esplorare di conseguenza il mondo e le sue infinite possibilità

Nel frattempo però, ti invito a:

  • Prenotare una consulenza - per ricevere consigli utili ad affrontare i tuoi timori in base alla mia esperienza da viaggiatore e nomade digitale;

  • seguirmi su Instagram - per scoprire dove mi trovo e cosa sto facendo;

  • leggere i miei articoli - per scoprire nuove fantastiche destinazioni, consigli di crescita personale e molti trucchi per risparmiare in viaggio;

  • Scoprire i viaggi - che ti daranno la possibilità di vagabondare assieme a me nel mondo.

Alla prossima.

Sogna Esplora Cresci!


Comments


bottom of page