top of page
  • Immagine del redattoreAlberto Carnio

Kopi Luwak: perché non assaggiare il caffè di zibetto

Il Kopi Luwak è per eccellenza il caffè più pregiato, più pagato e più buono al mondo e sono quasi certo che ti sarà capitato di sentirne parlare almeno una volta nella vita.


Viene anche nominato, con un gergo più grezzo, il caffè cagato, per via del particolare e insolito procedimento che lo rende così famoso ad oggi.


Quello che non saprai sicuramente è che negli anni, dietro a questo potentissimo ed esclusivo prodotto, si cela uno sfruttamento animale non indifferente.


Di seguito ti dirò perché, secondo me, non dovresti assaggiare il caffè di zibetto delle palme.


caffè cagato kopi luwak

Kopi Luwak: cos'è e da dove proviene

Il caffè di zibetto, o in lingua indonesiana Kopi Luwak, è una pregiata tipologia di caffè che si ottiene in un modo molto particolare:


I chicchi di caffè vengo colti dall'albero da un particolare animale, lo zibetto delle palme, che ghiottamente li ingurgita e ne assimila solamente parte delle sostanze.


Il chicco successivamente viene espulso tramite le feci dell'animale che, grazie alla digestione, elimina il retrogusto amaro donando una nota più dolce e caramellata al prodotto finale.


Il Kopi Luwak venne scoperto più di due secoli fa nelle isole indonesiane di Giava, Sumatra e Bali. Agli indigeni era proibito usufruire dei chicchi di caffe delle piantagioni che coltivavano per i colonialisti.


Gli indigeni stessi cominciarono quindi a raccogliere, nei boschi e nelle piantagioni, le bacche semi digerite presenti negli escrementi dello zibetto. Il risultato era un caffè delizioso, la bevanda migliore mai assaggiata a quei tempi.


Quando i colonialisti scoprirono questo procedimento cominciarono a vedere l'animale non più come una minaccia, ma come una risorsa, mettendo a repentaglio la vita di quelle povere creature.


Ad oggi, la situazione, è persino peggiorata.


Perché è il caffè più costoso del mondo?

Non serve essere degli esperti economisti per capire come funziona una delle leggi basilari che regola il mercato: tanta domanda + scarsità di prodotto = prezzo elevato.


Ogni anno infatti vengono prodotti circa 250 chilogrammi di caffè defecato, una quantità davvero ridotta rispetto alla domanda che il mondo consumista richiede.


Per capire il divario enorme rispetto alla produzione di una qualsiasi altra varietà di caffè basta pensare che il Kenya, uno dei maggiori produttori di caffè al mondo, durante il solo anno 2022 ha prodotto 34.500 tonnellate di chicchi di caffè.


Un chilogrammo di caffè di zibetto delle palme, negli Stati Uniti, può arrivare a costare la modica cifra di mille bigliettoni, ciò significa che un singolo caffè, di questa pregiata miscela, può arrivare a sfiorare i 70 dollari.


Il lato oscuro del caffè cagato

Durante il mio ultimo viaggio in Indonesia, più precisamente a Bali, ho avuto il dispiacere di vedere con i miei occhi il lato oscuro del commercio del Kopi Luwak.


Devi sapere che la dieta normale di uno zibetto, libero di vivere nella natura, si basa principalmente sull'assunzione di carne, uova, poche verdure e in aggiunta bacche di caffè.


La cosa che mi ha più colpito è stata vedere questi animali stipati in tante piccole gabbie luride, costretti a mangiare solamente chicchi di caffè, senza assimilare altri alimenti.


Con gli anni, questa pratica, sta letteralmente facendo ammalare, e di conseguenza morire, migliaia di zibetti ogni anno. Ne ha persino ridotto l'aspettativa di vita: uno zibetto delle palme selvatico può vivere anche 10 anni, mentre uno in gabbia ne vive 3.


Rinchiusi in poco spazio e tenuti in condizioni precarie, gli animali sono sottoposti giornalmente ad enormi stress psicofisici che provocano in loro la perdita di pelo e comportamenti anomali o ossessivo compulsivi.


Zibetto delle palme Kopi Luwak

Come evitare lo sfruttamento dietro al Kopi Luwak

Ad oggi sembrerebbero esistere diverse soluzioni che permetterebbero di ridurre se non eliminale lo sfruttamento animale che si cela dietro alla produzione del caffè più pregiato al mondo.


Sensibilizzazione

La prima soluzione, alla quale mi sento più vicino, sarebbe quella di sensibilizzare maggiormente ogni singola persona intenta ad assaggiare il Kopi Luwak.


Io personalmente, quando accompagno gruppi di persone a Bali, mi metto in prima linea per sensibilizzare i miei compagni di viaggio sull'importanza di approfondire ciò che realmente è questo business.


E ovviamente, sconsiglio di assaggiarlo.


Prodotto da laboratorio

Un'altra soluzione sarebbe quella di produrre da laboratorio una miscela il più simile possibile a quella originale.


Così facendo però, si perderebbe l'originalità che contraddistingue il Kopi Luwak a discapito di una maggiore produzione, una conseguente diminuzione del prezzo.


Concludendo...

Le soluzioni per rendere questo mercato migliore sotto tutti gli aspetti ci sono e, a mio avviso, dovrebbero essere utilizzate quanto prima.


A mio avviso e da quanto ho potuto constatare durante i miei viaggi a Bali, la miglior difesa contro l'ignoranza collettiva nei confronti di questa realtà è l'informazione.


Spero di averti dimostrato quanto, alle volte, andare contro corrente, rispetto alle tendenze globali, possa risultare una scelta positiva.


Quando ti balza all'orecchio qualcosa che interessa ad un gran numero di persone domandati sempre cosa c'è dietro.


Potresti scoprire delle tristi realtà come quella del caffè defecato e, prendendo una posizione decisa, potresti migliorare la situazione più di quanto sei portato a pensare.


Ora che sei a conoscenza di cosa sia il Kopi Luwa, del suo gusto irresistibile e dell'orrore che si cela dietro al suo mercato, saresti ancora disposto ad assaggiare il caffè più costoso del mondo?



Hola vagabondi... e adesso?

  • seguimi su Instagram, per scoprire dove mi trovo e cosa sto facendo;

  • leggi i miei articoli, per scoprire nuove fantastiche destinazioni, consigli di crescita personale e molti trucchi per risparmiare in viaggio;

  • Sei alla ricerca di nuove avventure? Scopri i viaggi che ti daranno la possibilità di vagabondare assieme a me nel mondo.

Alla prossima.

Sogna Esplora Cresci!

Comentarios


bottom of page